Il punto di Diegone, 24/03/13

Andare in basso

Il punto di Diegone, 24/03/13

Messaggio Da DiegoZap il Mer Apr 24, 2013 9:10 am

Con un solo fulgido colpo i LPF consumano la vendetta della sfortunata finale di Coppa Italia e agguantano allo stesso tempo la vetta della classifica della Serie A con una convincente, sofferta, dura e intensa doppia vittoria contro l'ottimo team nei Never Give Up di Enom: gli attaccanti della squadra di Saraniti si dimostrano i soliti cecchini avidi di segnature e mettono in saccoccia il quarto centro ciascuno facendo spiccare il volo definitivamente alla compagine cazzo-centrica di Paolone e compagni al termine di un doppio incontro caratterizzato dall'acume tattico e dalla saggezza calcistica.

La cronaca dei match: scelte rivoluzionarie nell'undici iniziale per quanto riguarda i LPF: dopo lunghe discussioni il duo Saraniti-Fuschini annuncia una formazione innovata in seguito alla preventiva defezione di Depone causa affaticamento del pene per i troppi impegni erotico-sentimentali delle ultime settimane: è così che il centrocampo viene "stravolto" con un azzardo che si rivelerà, come sovente accade per le scelte tattiche degli allenatori cazzorossi, azzecatissimo. Sulla fascia destra trova infatti spazio Maker, centrocampista poliedrico e nuovo acquisto dei LPF, mentre a fianco di Diegone, nel ruolo di centrocampista difensivo, scende in campo Ardiex. Il resto della squadra presenta il roster classico della formazione saranitica, con la granitica difesa composta da Lollo e Sirio, i terzini di assoluta qualità Francix e Rec, Paolone in fascia mancina e il duo di attacco Andro/Andre che sta facendo sognare i tifosi del Cazzo Gigante. Inizia la prima partita: palla al centro e non c'è neanche il tempo di organizzare il gioco e contrastare gli avversari che i LPF smarcano con un filtrante alto proprio Maker in area decentrato a destra, Mak ha la freddezza di guardare in mezzo e servire facile l'accorrente Android che, con il suo incedere da faina mannara, si avventa sul pallone finta il tiro lungo e, colto l'impercettibile movimento del fortissimo portiere dei NGU, Boogeyman, lo trafigge sul palo opposto con un tiro secco e preciso che manda in visibilio le tribune ghermite di striscioni penici: è subito uno a zero e la partita si mette in discesa. Da quel momento il match vive di fasi contratte di gioco, di controllo palla e di direzione scientifica della fase difensiva da parte di Saraniti che con i suoi "calma calma" urlati dalle retrovie mantiene sempre alta l'attenzione di tutti. I NGU commettono a questo punto, per tutto il primo tempo, l'errore di insistere sulla fascia mancina, provando ad innescare il gioco partendo da un impresentabile Dottor Soft in versione esterno destro che non riesce neanche una volta a liberare il gioco sui centrali di centrocampo: il 352 della squadra di Enom si rivela così confusionario e sterile ed il primo tempo va via senza particolare patemi per il team di Paolone. E' difficile raccontare lo svolgimento dei restanti 45 minuti di gioco, in quanto le squadre di fatto si equivalgono nel tenere il campo: il pressing dei centrocampisti e il raddoppio costante su Enom88, vero cervello della squadra dei Never Give Up, rendono di fatto sterili tutti i tentativi di attacco da parte dei detentori del trofeo della Coppa Italia, cui i LPF concedono soltanto uno sgangherato tiro da fuori che colpisce uno dei capi della torcida cazzorossa in tribuna, e un paio di calci d'angolo sventati senza preoccupazioni: i meccanismi difensivi funzionano benissimo, e nessuno dei filtranti-trappola, alla ricerca della falla nel sistema del fuorigiochismo saranita, riesce. La partita si conclude con il pressing generoso da parte di tutto il team Lets Play, nel quale eccelle la prestazione difensiva di Ardiex che va a costituire una barriera aggiuntiva di fronte al muro difensivo di Sirio e di Lollo. Si va così al secondo match con l'obiettivo dichiarato di agguantare i 6 punti, per proiettarsi in cima alla classifica.

La seconda partita è senz'altro più nervosa e sofferta, ma, contando le occasioni da gol, soltanto per quanto riguarda la gestione del gioco: succede che di fatto i NGU rinunciano ad impostare sempre e soltanto su Enom, stretto in un raddoppio costante fra Diegone ed Ardiex, e cercano maggiormente il cross facile in fascia provando a sfruttare la superiorità numerica del centrocampo allargato. La prima grande occasione è però per i LPF quando Francix libera con la rimessa lunghissima la spizzata di Andreone in area: la palla scorre sul secondo palo dove accorre con buon tempismo Diegone: tempismo non sufficiente però per il tiro a volo che avrebbe probabilmente trafitto Boogeyman: il centrocampista LPF di origine indonesiana-zambwesi riesce a controllare e a tirare forte sul primo palo, ma il forte portiere della squadra di Enom salva in calcio d'angolo. Nello sviluppo del gioco i NGU hanno la grande occasione del match: sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla destra la punta della squadra di Enom si riesce a smarcare dalla marcatura di Saraniti sul primo palo e stacca pericolosamente verso il sette: fortunatamente la palla lambisce il montante e termina alta. Succede poco altro nel primo tempo, mentre la ripresa si apre con il liberatorio gol dei LPF: siamo intorno al 60', quando il pallone viene smistato centralmente a Diegone sulla trequarti avversari, il centrocampista controlla e approfittando di un rarissimo spazio concesso guarda l'accorrente paolone che apre lo spazio sul versante mancino: dopo il controllo però, vira verso il centro e serve un passaggio rasoterra preciso sul vertice destro dell'area ad Android che controlla, alza lo sguardo, e vede il capoccione rasato di Andreone infilarsi in area: in un attimo Andro alza il pallone con un velenoso filtrante alto sul portiere, sul quale si getta il terzino sinistro dei NGU: è fatale lo scontro fra il terzino e il portiere in uscita che crea una frazione di secondo di palla libera in area: è inevitabile che ci si avventi Andreone col suo culo enorme, scaraventando in rete il gol dell'uno a zero per la gioia irrefrenabile della squadra e dei tifosi LPF che iniziano ad intonare un assordante: "Dottor Soft, senti che gioia...". Passata in vantaggio, la squadra di Saraniti dimostra una assoluta maturità nel bloccare le fonti di gioco avversarie: Diegone e Ardiex non avanzano più lasciando la fase di appoggio alle punte ai due esterni, con il solito Paolone in grado di coprire tutta la fascia insieme ad un inappuntabile Rec. In tutto il secondo tempo i LPF concedono una singola azione, sul singolo filtrante basso che riesce a passare oltre la linea difensiva protesa ad un fuorigioco prudente: sull'occasione Niko LoBumba dimostra che il grande portiere è quello chiamato ad un singolo intervento, senza sbagliarlo: l'occasione dei NGU si infrange sui guantoni madreperlati del portiere siciliano della squadra cazzorossa che agguanta i 6 punti e si arrampica solitaria in cima alla classifica.

Pagellone

Niko: 7.5 - E' sempre perfetto nelle poche occasioni che la squadra concede agli avversari: questo lo rende il portiere più forte della Serie A. L'unico gol preso in campionato fin'ora l'ha visto del tutto incolpevole.
Francix: 7.5 - Perfetto, non sbaglia niente, sulla sinistra i NGU non sfondano mai. Preciso nello smistare la palla in fascia pescando spesso Andreone o Maker in allungo.
Lollo: 7.5 - Insuperabile, non sbaglia niente, l'intesa con Saraniti è perfetta.
Sirio: 7.5 - Insuperabile, si fa anticipare una sola volta in due partite, su calcio d'angolo, ma va a recuperare una infinità di palloni: appoggia lo scroto in testa a tutti gli attaccanti avversari, li insulta caricando la squadra e richiama costantemente tutti alla tensione con i suoi CALMA.
Rec: 7.5 - Nelle prime battute gli mettono addosso dell'inutile tensione, ma lui, algido come un cornetto di panna, ignora tutti e smista con precisione il pallone: quando passano dal suo lato è semplicemente perché anche gli altri a volte giocano, alla fine nessuno è mai pericoloso sulla sua fascia ed è aiutato dalla doppia fase di Paolone.
Paolone: 8 - Perfetto, mezzo voto in più perché umilia il suo dirimpettaio in fasce, perché partecipa più di tutti alla doppia fase, specie una volta che la squadra è in vantaggio, e perché il Dottor merda dalla sua parte la gioca sempre di prima e male per paura di essere trapanato.
Diegone: 7.5 - Sta di fatto più su Enom a farne l'ombra che alla ricerca di spazi che comunque contro squadre organizzate come i NGU non ci sono. Arriva in ritardo sul possibile vantaggio su spizzata di Andreone, ma è sempre presente a fare da raccordo fra difesa e attacco con passaggi precisi e non pretenziosi. In fase completamente difensiva nella seconda partita, dopo il vantaggio di Andreone.
Ardiex: 8 - Perfetto, mezzo voto in più per il semi-esordio in competizioni ufficiali: gioca votato alla difesa, è una spina nel culo dei registi avversari e va a raddoppiare insieme ai difensori. In entrambe le partite partecipa all'analbanging preterintenzionale organizzato su Enom, fonte del gioco NGU.
Maker: 7.5 - A suo agio nel ruolo di esterno, dà una gran palla sul gol di Android in apertura del primo match, partecipa sicuro alla costruzione della manovra, meno funambolico rispetto a Lucky ma ugualmente efficace.
Andreone: 7.5 - Il solito guerriero rozzo e brutto in area avversaria: fa un gioco continuo di pressing e rottura di cazzo sui difensori avversari, esaurendoli con le sue movenze pesanti. Alla fine il gioco continuo di provocazioni e contrasti, di presenza costante sulle tibie avversarie, frutta il gol della seconda vittoria: partecipa con convinzione e successo al pressing difensivo finale e appoggia una infinità di palloni. Indispensabile.
Android: 7.5 - Talento purissimo, solita seconda punta di movimento e di realizzazioni: fa un gol dei suoi spiazzando il portiere con classe, serve l'assist per Andreone, è al quarto centro come il suo compagno di reparto. Che chiedere di più?
avatar
DiegoZap

Messaggi : 108
Data d'iscrizione : 21.03.13

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il punto di Diegone, 24/03/13

Messaggio Da Baned0n il Mer Apr 24, 2013 9:20 am

La più bella doppia vittoria della mia esperienza su FIFA raga vi voglio bene!!!!! Very Happy
avatar
Baned0n
Admin

Messaggi : 201
Data d'iscrizione : 21.03.13

Visualizza il profilo dell'utente http://letsplayfifa.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il punto di Diegone, 24/03/13

Messaggio Da Ospite il Mer Apr 24, 2013 12:23 pm

grandi giovaniiiii Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il punto di Diegone, 24/03/13

Messaggio Da Ospite il Mer Apr 24, 2013 12:50 pm

Grandissimi... festeggiamo!



Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il punto di Diegone, 24/03/13

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum